fbpx

L’operazione di rebranding e Cristiano Ronaldo alla Juve

L’operazione di rebranding e Cristiano Ronaldo alla Juve

by Giovanni Sodano Ottobre 30, 2019

La Juventus nella stagione calcistica 2018-2019 si rende protagonista di un’operazione di rebranding (rifacimento del brand, con tutto ciò che ne deriva in fatto di nuovi valori e nuova identità) da cui molte aziende possono trarre ispirazione. Da una parte cambia il proprio logo, dall’altra acquista un calciatore-brand come Cristiano Ronaldo.

Il cambio del logo della Juventus

La “J” stilizzata sostituisce il precedente logo tanto caro ai tifosi bianconeri. La società, fidandosi di Interbrand (azienda esperta nel settore marketing) non bada all’umore dei tifosi, andando dritta per la sua strada con esiti molto positivi. Questo nuovo logo è più adattabile a molteplici contesti, molto utile per tutte le varie operazioni di marketing bianconere.

Chi cambia deve fare scelte strategiche senza paura, allo scopo di massimizzare il ritorno dell’investimento. E qui entra in gioco un altro fattore: l’acquisto di Cristiano Ronaldo, un giocatore-brand che vale una fortuna.

Alcuni vantaggi legati all’acquisto di Cristiano Ronaldo

L’acquisto di Cristiano Ronaldo costa 110 milioni di euro circa alle casse juventine. Ronaldo viene acquistato non solo perché è molto forte in attacco, ma anche perché si tratta di un brand vero e proprio, che si porta dietro una miriade di fan da ogni parte del mondo, e tutta una serie di prodotti che si vendono in automatico mediante il cross-selling.

Il cross-selling, qualora non lo sapessi, è il suggerimento dell’acquisto di prodotti complementari a quelli già comprati. Ad esempio, la cover e la pellicola protettiva per lo smartphone nuovo acquistato, oppure il suggerimento del noleggio di un’auto dopo aver comprato un biglietto aereo. Oppure ancora ad esempio, nel caso di Ronaldo, l’acquisto delle sue scarpe da calcio dopo aver comprato un completino bianconero per giocare a pallone (magari proprio con il numero dello stesso Cristiano Ronaldo).

Volendo sintetizzare alcuni dei vantaggi derivati dal costoso ingaggio di Ronaldo alla Juve, posso indicarti quanto segue:

    • Il giocatore è molto forte e garantisce buone prestazioni in campo.
    • La risonanza mediatica di Ronaldo alla Juve è altissima, e mette anche in risalto il brand Juventus. Tutto ciò ha effetti notevoli sulla visibilità del club torinese.
    • La costante attenzione dei paparazzi nei confronti del giocatore e della sua vita privata: questo indirettamente avvantaggia anche la stessa Juve, perché risparmia fette sostanziose di budget marketing per quanto riguarda la presenza del giocatore-brand sui media nazionali e internazionali, che avvantaggia appunto anche lo stesso brand Juventus in fatto di visibilità.
    • I guadagni ricavati dal merchandising: quante persone acquistano la maglia di Ronaldo, e gli altri accessori relativi al giocatore (scarpe da gioco, ma anche altri gadget non legati direttamente al calcio)? Tantissimi. A guadagnarci è sia il brand Ronaldo che il brand Juventus, tramite accordi contrattuali tra squadra e giocatore.
    • Con l’acquisto di Ronaldo, il brand Juventus aumenta la sua autorevolezza. Ne consegue che mantiene tutti i suoi tifosi e ne guadagna altri, specialmente per quanto riguarda i bambini. Inoltre, la maggiore autorevolezza fa aumentare gli spettatori in televisione in tutto il mondo per quanto riguarda le partite di calcio dei bianconeri. Permette anche l’acquisto di altri giocatori forti, che scelgono la Juventus tra le principali possibili squadre in cui trasferirsi.
    • L’acquisto di Ronaldo fa lievitare le azioni in borsa della Juventus.
    • Una notevole differenziazione degli introiti economici, cioè dei guadagni: l’arrivo del forte giocatore portoghese fa avere maggiori guadagni alla Juve in fatto di sponsor, diritti televisivi, vendita dei biglietti per seguire la squadra allo stadio, acquisto di gadget, opportunità di fare avere maggiore successo all’operazione di re-branding bianconera, legata per esempio anche al cambio del logo.

Non solo: l’arrivo di Ronaldo porta anche altri vantaggi dal punto di vista economico, ma qui mi sono limitato a citarne alcuni solo per far capire che il suo acquisto (l’ingaggio del giocatore-brand) risulta un’operazione assolutamente di successo.

Cosa possiamo imparare dall’arrivo di Ronaldo alla Juventus

L’acquisto di Ronaldo e del cambio logo della Juventus possono esserti utili per capire tante cose dal punto di vista del marketing:

    • Non bisogna avere paura di investire in marketing;
    • Le scelte strategiche di marketing deve farle sempre chi di dovere all’interno di un’azienda che gli predispone quel ruolo. Deve farle in collaborazione con delle società di consulenza specializzata (Per esempio, la Juventus che si affida al suo management interno e alla già citata Interbrand).
    • Solo con un cambiamento netto si possono ottenere buoni risultati. Non bisogna scendere a compromessi. La Juve, per esempio, non bada ai malumori dei tifosi quando cambia il suo logo.

PS. Forza Napoli

Social Shares

Iscriviti per rimanere in contatto con me!

Niente spam, promesso!

Related Articles