About Us

Banyto - blog asp

Se fosse stato scritto in PHP sarebbe stato l'ennesima piattaforma BLOG.

Ho voluto, invece, realizzare qualcosa di nuovo, semplice e facilmente integrabile con qualsiasi sito scritto in ASP.

Progettata per ARUBA, e senza alcuna immagine CLIENT definita, il suo punto di forza è l'integrabilità su tutto ciò che già esiste: il suo vestito, di volta in volta, è costituito dalle pagine web di chi la utilizza.

 

Guarda il Blog in azione apri il sito in una nuova finestra





Come nasce Banyto

In un soleggiato pomeriggio di luglio del 2009, l'intero staff era alla ricerca di una piattaforma blog open source integrabile con un portale preesistente scritto in ASP.

Dopo averne provati molti, e pensando in questo modo di ridurre al massimo il tempo dedicato al progetto low budget che ci era stato commissionato, decidemmo di optare per un classico wordpress.
Anche quello, però, andava personalizzato: c'erano parti che non mi convincevano, script da ottimizzare, e plugins da sviluppare, oltre, naturalmente, ai continui aggiornamenti per la sicurezza che il cms avrebbe richiesto per essere in linea con gli standard.
Il problema maggiore, tuttavia, rimaneva l'integrabilità del CMS in PHP all'interno del nostro hosting Windows predefinito.

Fu così che, dopo aver aperto blocco note, cominciai a segnare i punti di forza del front end di Wordpress, dopodichè passai a Blogspot di Google, per poi studiare, nel dettaglio i principali CMS preesistenti sia lato backend che front office.

A quel punto, con l'aiuto di un mio collega di allora, decidemmo di stutturare un database ottimizzandolo il più possibile ed alleggerendolo al massimo così da preservarne le performances.

Fatto questo naque la prima, acerba versione del back end: un elenco di tasti che aprivano delle pagine dalle quali inserire i tag principali, gli articoli, gli approfondimenti e le immagini.
Sviluppammo diverse funzioni per il front end, limitandoci a scrivere delle pagine essenziali che potessero essere integrate con un copia e incolla all'interno di qualsiasi grafica.

Anche la suddivisione dei CMS fu strategica, uno strutturale che gestiva il Backoffice e alcune regole del backend, un altro che poteva essere personalizzato se il sito web che avrebbe ospitato il blog lo avesse rischiesto.

Non ancora consapevoli della potenza della piattaforma che avevamo sviluppato, decidemmo, dopo averla implementata per il committente, di distribuirla online gratuitamente, così da farla crescere ulteriormente, ed approfittando, al contempo, dell'aiuto di tanti sviluppatori che come noi, avevano avuto le stesse esigenze e/o difficoltà.

A questo punto bisognava trovare un nome.
Un nome con cui presentare il nostro prodotto, un nome facile da ricordare, che non desse modo, a chi lo pronunciava di confondersi o di pensare ad altro.

Aiutato da un altro collega dell'epoca, iniziai uno studio grafico appofondito sul naming e sull'iconografia più adatta al prodotto sviluppato.
La scelta della mascotte, del gufo, fu abbastanza veloce.
La piattaforma non avrebbe dormito mai, sarebbe stata sempre lì a spingere i propri contenuti sui motori di ricerca.

La grafica fu realizzata in una notte. Nella prima ed unica versione animata della stessa, il gufo ondeggiava sul ramo virtuale sul quale era appoggiato, il movimento incessante e regolare era la costante con la quale avevamo deciso e sviluppato la piattaforma.

Il nome fu il passo immediatamente successivo. Non si trattava più di trovare un nome per la piattaforma, ma piuttosto quello della mascotte. "E' un gufo o una gufa?" chiese scherzando il mio collega ... dopodichè aggiunse: "Banyto, ecco il nome adatto: sà di orientale, di mistico, e poi a chi verrebbe in mente di chiamare un gufo per nome?".

Banyto, quindi, la piattaforma blog in ASP venne messa online e distribuita sui canali ufficiali per circa un anno.
Gli sviluppatori, quelli ai quali avevamo chiesto aiuto per integrarla e farla crescere ripiegarono sui cugini famosi in PHP.
Gli utenti finali, invece, scaricavano ed installavano son successo la piattaforma, dicendosi soddisfatti della velocità e della semplicità del prodotto.

I tempi tuttavia cambiarono, e nè io, nè i miei colleghi avemmo modo di seguirne più gli aggiornamenti. Le tendenze, la SEO, e ciò che si vedeva in giro richiedeva un nuovo e corposo intervento al codice.

Fu così che Banyto venne tolto dal mercato (circa 500 utenti lo avevano scaricato, e più della metà lo stava utilizzando attivamente). Inviammo un ultimo aggiornamento per la sicurezza implementando nuove funzionalità dopodichè decidemmo di continuare in privato e soltanto per noi la piattaforma.

Allo stato attuale Banyto conta le seguenti caratteristiche:

  • Gestione permessi e multiutenze
  • Creazione veloce Tag
  • Creazione post
  • Moderazione Commenti
  • Upload risorse
  • Rewriting (con Isapi Rewrite, con errore 400, e senza alcun componente)
  • Esportazione sitemap
  • Compattazione e ripristino del database
  • Sistema di notifiche avanzato
  • Sistema di riconoscimento spam
  • Filtro Antispam da notifiche
  • Esportazione elenco post
  • Esportazione commenti
  • Integrazione social network
  • Versione Mobile
  • Possibilità di gestire il layout da pannello di controllo

 

Banyto, è in continua evoluzione.

Attualmente il codice non è disponibile per gli sviluppatori, ma viene distribuito soltanto agli utenti finali in qualità di servizio del gruppo.

Per vedere Banyto in azione, fai un giro sul blog di questo sito.

Socio Accreditato
  • Giovanni Sodano fa parte del Microsoft Partner Program
  • Giovanni Sodano e' iscritto all'Associazione IWA-ITALY - International Webmasters Association Italia come Socio Ordinario
Like and Use
  • Microsoft Visual C#
  • Yii framework
  • MySql
  • Adobe
Posizionamento sui motori di ricerca

Online si... ma visibili!

Avere un sito web non vuol dire soltanto essere al passo con i tempi, ma creare un binario di comunicazione tra domanda ed offerta: è un modo, dunque, per proporre il proprio business a nuovi potenziali clienti.

  • Ma come fare in modo che il messaggio arrivi al target prefissato?
  • Come posizionare il proprio sito web ai primi posti su motori di ricerca?
  • Come essere certi che la nostra landing page generi la conversione che ci aspettiamo?
  • Come fare in modo che il nostro sito internet lavori per noi H24?

Un sito web aziendale deve garantire un ritorno di immagine, deve spingere, autonomamente, i nostri servizi, e deve offrire una panoramica completa circa i nostri prodotti e servizi.

Ecco perchè essere ai primi posti sui principali motori di ricerca diventa fondamentale per chiunque abbia una propria vetrina online.

Statistiche rivelano, infatti, che l'85% degli utenti cerca su internet ciò di cui ha bisogno attraverso ricerche mirate sui principali motori di ricerca (Google, Bing, Yahoo) e di questi, il 90% non si spinge oltre la terza pagina di risultati, ossia oltre il trentesimo suggerimento della serp.

Ecco perchè studiare delle strategie ad hoc per posizionare nel modo giusto il proprio sito, ed in particolare le pagine dei nostri prodotti e servizi.

la struttura del tuo sito contribuisce al successo della tua attivit

Web semantico

Content is the King, ovvero il contenuto e l'impaginazione dello stesso può portare reali benefici al posizionamento delle proprie landing page. Chiedimi come.

ottimizzazione e posizionamento SEO sui motori di ricerca

Ottimizzazione SEO

Se non ti trovano, non esisti... È questo il principio sul quale si basano i miei interventi di ottimizzazione lato codice. Scopri i miei servizi SEO.

Analisi sito web

Da oggi puoi richiedere gratuitamente, e senza impegno l'analisi del tuo sito.
Ne valuterò la struttura e la qualità dei contenuti; l'estetica e l'effettiva presenza in rete, nonchè l'importanza che ha presso i motori di ricerca.

Compila il form sottostante








BQ2UO