Come iPad ha corrotto il webdesign

Il nuovo dispositivo della Apple condizionera' il webdesign: ecco cosa fare

20/04/2011 | Web design
Come iPad ha corrotto il webdesign | Il nuovo dispositivo della Apple condizionera' il webdesign: ecco cosa fare

All'indomani dell'uscita dell'IPAD2, dispositivo di mamma Apple che ha rivoluzionato il modo di vivere il web, tiriamo insieme le somme di quanto accaduto e di cosa dobbiamo aspettarci per il futuro.

Prima di fare qualsiasi considerazione, però, chiediamoci come mai questo dispositivo ha avuto fino ad oggi tale successo. Personalmente credo che il mondo stia cambiando: il nostro desiderio di comunicare ha fatto si che (quasi) tutti noi ci iscrivessimo a Facebook e Twitter. 
La condivisione è diventata uno "stile di vita" per le nuove generazioni e sarà alla base per quelle future. 

Anche quelli della vecchia guardia hanno ceduto: tutti abbiamo un profilo sociale ed interagiamo più di una volta al giorno con i nostri contatti. In questo scenario si è fatto strada l'IPAD, che non è stato affatto una rivoluzione dal punto di vista tecnologico quanto lo è stata da quello sociale.

Poco più grande di un IPHONE, e molto più piccolo di un NOTEBOOK, quasi quanto un NETBOOK, ma molto più maneggevole, pratico e intuitivo
Probabilmente tra qualche tempo l'IPAD o il dispositivo che ne prenderà il posto, sostituirà i libri di scuola influenzando e modificando lo stile di apprendimento delle generazioni a venire.

Già al giorno d'oggi vedo in autobus, in treno, nei bar e nei negozi, persone che utilizzano questo dispositivo, chiedendo informazioni, opinioni, consigli ... vedo persone, quindi, che vivono social.

Questo mutato stile di vita, mi fa riflettere su quanto il webdesign stia cambiando e su quanto debba ancora cambiare.

Ecco qualche punto su cui è possibile cominciare a ragionare:

Modalita' visiva


Banalmente l'iPad ha due tipi di modalità: Paesaggio (Landscape, orizzontale) e Ritratto (Portrait, verticale). 
Ciò significa che in fase di progettazione di una interfaccia web (software, applicazione, sito web) vanno considerate eventuali criticita' dovute ad un "cambio di prospettiva".

Strumento di navigazione primario


Il dispositivo è semplicistico: non ha tastiera fisica, non ha mouse. Gli utenti navigano con le dita: ingrandiscono e rimpiccioliscono qualsiasi elemento.
Dal punto di vista strutturale, quindi, direi che interfacce "fluide" aiuterebbero di non poco la user experience. 

Addio vecchio Flash


L'IPAD (come l'IPHONE), non supporta flash. Tutti i siti che contengono video, animazioni, giochi grafici animati, non saranno (per il momento) visualizzati se non si prevede un cambio di tecnologia. 
In questo caso, fortunatamente, ci viene incontro HTML5 che sebbene ancora acerbo, ha già tutti gli elementi che in precedenza erano un'esclusiva di Adobe Flash

Gli effetti HOVER


Dato che gli utenti utilizzano le dita per navigare i siti web, tutti gli effetti progettati per i dispositivi basati su un puntatore, andrebbero rivisti. 
Le informazioni aggiuntive, i box nascosti, i link a comparsa, e così via, vanno sostituiti con qualcosa di persistente al primo click.

Lavorare sui contrasti


L'IPAD si può utilizzare sia in ambienti chiusi che in luoghi aperti. 
Lo schermo è lucido e riflette la luce. I colori tenui e i contrasti poco accentuati possono costituire un problema da questo punto di vista.

Gli spazi bianchi


Ho sempre avuto un debole per gli spazi bianchi (ed il mio sito web ne è la prova). 
La navigazione con le dita, poi, sarebbe sicuramente agevolata da elementi non troppo vicini, da interlinee ampie e da punti di decompressione visiva ben studiati.

Javascript e CSS


Per la serie "E' un lavoraccio, ma qualcuno lo deve fare", gli sviluppatori dovrebbero preparare css multipli per i diversi dispositivi o javascript in grado di riconoscerli ed applicarli (ho accennato a Modernizr qui ).


Concludendo il design deve cambiare (in parte lo sta già facendo), ma non soltanto dal punto di vista progettuale e tecnologico, ma soprattutto come approccio mentale. Bisogna pensare da utenti, con tutte le caratteristiche che ciò comporta.

Naturalmente i contenuti continueranno ad essere fondamentali, ma un design ben curato non farà che valorizzarli e renderli ancor più fruibili.


E tu cosa ne pensi?
Quali sono le tue considerazioni in merito?
Hai un Ipad? Come lo utilizzi? 


Credits fotografici:
Foto grande: Grattebitume
Foto piccola: Yutaka Tsutano



Let's talk about



Socio Accreditato
  • Giovanni Sodano fa parte del Microsoft Partner Program
  • Giovanni Sodano e' iscritto all'Associazione IWA-ITALY - International Webmasters Association Italia come Socio Ordinario
Like and Use
  • Microsoft Visual C#
  • Yii framework
  • MySql
  • Adobe
Posizionamento sui motori di ricerca

Online si... ma visibili!

Avere un sito web non vuol dire soltanto essere al passo con i tempi, ma creare un binario di comunicazione tra domanda ed offerta: è un modo, dunque, per proporre il proprio business a nuovi potenziali clienti.

  • Ma come fare in modo che il messaggio arrivi al target prefissato?
  • Come posizionare il proprio sito web ai primi posti su motori di ricerca?
  • Come essere certi che la nostra landing page generi la conversione che ci aspettiamo?
  • Come fare in modo che il nostro sito internet lavori per noi H24?

Un sito web aziendale deve garantire un ritorno di immagine, deve spingere, autonomamente, i nostri servizi, e deve offrire una panoramica completa circa i nostri prodotti e servizi.

Ecco perchè essere ai primi posti sui principali motori di ricerca diventa fondamentale per chiunque abbia una propria vetrina online.

Statistiche rivelano, infatti, che l'85% degli utenti cerca su internet ciò di cui ha bisogno attraverso ricerche mirate sui principali motori di ricerca (Google, Bing, Yahoo) e di questi, il 90% non si spinge oltre la terza pagina di risultati, ossia oltre il trentesimo suggerimento della serp.

Ecco perchè studiare delle strategie ad hoc per posizionare nel modo giusto il proprio sito, ed in particolare le pagine dei nostri prodotti e servizi.

la struttura del tuo sito contribuisce al successo della tua attivitą

Web semantico

Content is the King, ovvero il contenuto e l'impaginazione dello stesso può portare reali benefici al posizionamento delle proprie landing page. Chiedimi come.

ottimizzazione e posizionamento SEO sui motori di ricerca

Ottimizzazione SEO

Se non ti trovano, non esisti... È questo il principio sul quale si basano i miei interventi di ottimizzazione lato codice. Scopri i miei servizi SEO.

Analisi sito web

Da oggi puoi richiedere gratuitamente, e senza impegno l'analisi del tuo sito.
Ne valuterò la struttura e la qualità dei contenuti; l'estetica e l'effettiva presenza in rete, nonchè l'importanza che ha presso i motori di ricerca.

Compila il form sottostante








2PC8R